Escort in caserma e champagne in piscina, la vita dell’appuntato Montella

Piacenza - Sei carabinieri arrestati, per il gip: "Un sistema criminale" - Sul territorio ora c’è una stazione mobile



I CARABINIERI ARRESTATI A PIACENZA




Amavano il lusso

Piacenza – L’appuntato Giuseppe Montella amava il lusso.

Oltre ad avere oltre venti conti correnti,  il 37 enne capo della banda di carabinieri della caserma di Piacenza finita in carcere per spaccio, ricettazione, estorsione, arresto illegale, lesioni, torture, peculato e falso, negli anni avrebbe cambiato undici auto, di cui quattro Bmw, una Porsche Cayenne, due Mercedes e ben sedici moto. 

Un lusso – ostentato sul web con foto di champagne e festini a bordo piscina – che sarebbe stato però del tutto incompatibile con il suo reddito. Ne sono convinti i magistrati piacentini che dopo lunghe e articolate indagini della guardia di finanza, hanno fatto finire in manette la sua “squadra”: sei militari che per anni nella caserma di via Scaccialupo, avrebbero organizzato festini hard, fatto sparire parte della droga sequestrata per rivenderla attraverso una rete di spacciatori e torturato pusher per costringerli a rilasciare “false dichiarazioni spontanee”, cioè ammissioni di reati di spaccio mai commessi. 



LE TORTURE NELLA CASERMA LEVANTE



Criminali in divisa...


Un “atteggiamento criminale”, secondo i magistrati, “vieppiù esecrabile se solo si pensa che è riconducibile a soggetti che per dovere istituzionale debbono perseguire fini leciti e garantire l’osservanza delle leggi”.







A finire in carcere, oltre Montella, sono stati Angelo Esposito, Giacomo Falanga, Salvatore Cappellano e Daniele Spagnolo. Mentre si trova ai domiciliari il comandante della caserma, il maresciallo maggiore Marco Orlando.

Da ieri davanti all’edificio di via Caccialupo, ora sotto sequestro, c’è una stazione mobile dell’Arma “per garantire il presidio sul territorio”, spiega il comandante provinciale Massimo Savo. Alla guida della compagnia è stato nominato un nuovo capitano ricevuto ieri dal sindaco di Piacenza.

I sei militari arrestati e i 4 destinatari di obbligo di firma su ordinanza del gip Luca Milani sono stati sospesi dal comando generale dell’Arma e nelle prossime ore compariranno di fronte al giudice per gli interrogatori di garanzia. 






#carabinieri #piacenza #caserma

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Tocca la chat per contattare la Escort e la foto per vedere il profilo
Copyright 2020 © WhatsEscort.com  All Rights Reserved.